*

Elliott Erwitt. New York City. 1953.
Elliott Erwitt. New York City. 1953.

Non resta che l’angolo
di luce tra lo spigolo dello specchio
e la retta dell’armadio.

Di questo inverno trattengo il rossore
raro del cielo
– guance di bimbo affannato dopo la corsa –
e tu giù
ad inseguirmi tenendoti caldi gli occhi
– mi credi sparpagliata tra le piaghe dell’orizzonte –

Non sai che la stanza mi fa quadrato.
Sto appesa ad un’asta di sole
e gambe all’aria nel vuoto
gioco
con le giravolte di polvere.

Annunci