Piazza San Venceslao

Piazza Venceslao

Cadeva e rotolava Il sole
lungo le vetrate dei palazzi, sbatteva
contro le antenne, rimbalzava
sui tetti e giù di nuovo
la luce arroventata della sera
un’onda oceanica su piazza Venceslao –
poi i lampi intermittenti delle insegne,
pulsanti le bocche ferite
semiaperte-mezzagrido-mezzaparola,
l’urlo del bambino- ,
un cane piscia accanto alla bianca
rosa del memoriale
e la grande fiammata in alto alla scalinata.
Jan bruciava con tutto il Novecento raccolto
nei centimetri quadri della lapide sbiadita,
lo sguardo vitreo di sbieco dal vetro, attonito
ed incredulo nel guardare le spoglie del carro
armato e attorno tutta quella libertà
servita a cena come ai cani gli avanzi
della gran festa.

Annunci

2 risposte a "Piazza San Venceslao"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...